Skip to main content

Cristina Magnani è la nuova presidente del Coordinamento dei Centri Antiviolenza dell’Emilia-Romagna

By 15 Novembre 2021News

Magnani raccoglie il testimone della compianta Angela Romanin, scomparsa prematuramente lo scorso febbraio e sostituita da Samuela Frigeri fino alla scadenza delle precedenti cariche

Avvocata, iscritta all’albo degli Avvocati di Ravenna dal 2000, femminista, socia di Linea Rosa ODV dal 2010, Cristina Magnani è la Neopresidente del Coordinamento dei Centri Antiviolenza dell’Emilia-Romagna.

Il Coordinamento regionale, nato con l’obiettivo di condividere una progettualità comune dei Centri antiviolenza e delle Case delle Donne del territorio, è oggi un interlocutore di livello della Regione e delle amministrazioni locali in materia di contrasto alla violenza e promozione della cultura di genere.

Cristina è entrata far parte di questa realtà nel 2018, in qualità di delegata di Linea Rosa all’Assemblea del Coordinamento. Nel 2020 è stata eletta consigliera, in sostituzione di una collega dimissionaria. Dall’autunno dello stesso anno, fino alla primavera successiva, ha partecipato al tavolo regionale per la riedizione del Piano triennale contro la violenza di genere della Regione Emilia-Romagna, approvato dall’Assemblea Legislativa lo scorso mese di ottobre.

Il 4 novembre, l’Assemblea dei Centri aderenti al Coordinamento ha eletto, all’unanimità, la nostra socia a Presidente.

Cristina subentra a Samuela Frigeri, che ha guidato il Consiglio fino alla naturale scadenza delle cariche, dopo la prematura scomparsa, nel febbraio 2021, della compianta Angela Romanin.

Al fianco della nuova Presidente sono state elette al tavolo consiliare Samuela Frigeri (Centro Antiviolenza di Parma), Silvia Dal Pane (S.O.S. Donna, Faenza), Alice Degli Innocenti (Centro Antiviolenza Vivere Donna, Carpi) ed Elsa Antonioni (Casa delle Donne per non subire violenza, Bologna).

Cristina Magnani commenta così la propria nomina: “Ho intenzione di proseguire nel solco di chi mi ha preceduta, a servizio dei Centri associati, quale interprete delle loro istanze, presso gli enti locali ed in primis, presso la Regione. Lavorerò per sostenere il ruolo del Coordinamento d’interlocutore fondamentale, nella pianificazione delle politiche regionali a contrasto della violenza di genere e nella promozione della cultura di genere.  Ruolo espressamente affidato allo stesso dalla Legge Regionale n.6/2014”.

“​​A nome di tutte le socie, delle operatrici e delle volontarie vorrei ringraziare di cuore Cristina per il suo sostegno e il suo aiuto concreto alle Donne vittime di violenza”, ha dichiarato la presidente di Linea Rosa Alessandra Bagnara, che ha altresì ricordato l’impegno assunto da Magnani nel costituirsi parte civile al processo per il femminicidio di Giulia Balestri. “È con grande soddisfazione e orgoglio – ha concluso Bagnara – che facciamo a Cristina i migliori auguri di buon lavoro per questo nuovo incarico”.

Clicca qui per scaricare il comunicato integrale